Ultime notizie

Home / news

Verso un incontro chiarificatore tra SNAG e Comune di Aprilia

14 Novembre 2022

Potrebbe avvenire già in settimana l’incontro tra i rappresentanti dello SNAG e il Vicesindaco di Aprilia, Lanfranco Principi, avente ad oggetto la richiesta da parte degli edicolanti di riduzione del canone di occupazione del suolo pubblico.

La vicenda è iniziata quest'estate, quando le edicole del territorio hanno protestato per l’aumento spropositato di tale canone. In un incontro risalente allo scorso agosto con i rappresentati dello SNAG, il Vicesindaco Principi aveva dichiarato la sua disponibilità a contenere il canone di occupazione del suolo pubblico per le edicole valutando la possibilità di agire già nel corso del 2022 e con l’impegno di aggiornarsi a settembre: “se possibile interverremo anche nell’anno in corso” aveva assicurato, come riportato dalla stampa locale all’indomani dell’incontro.

Dopo ripetute sollecitazioni in merito senza riscontro, a novembre SNAG si era detto pronto a ricorrere alle vie legali contro l’innalzamento del canone, notizia che è stata accolta dal Vicesindaco di Aprilia con amarezza e delusione ma che ha di nuovo aperto la porta ad un confronto.

“Nessuno di noi ha chiesto l'eliminazione del Canone Unico Patrimoniale ma un consistente abbassamento della tariffa, in linea con quanto indicato dal protocollo d'intesa firmato da Anci, FIEG e le Organizzazioni Sindacali degli edicolanti", ha dichiarato il Presidente SNAG di Aprilia, Paolo Pucci, in una nota di replica alle dichiarazioni del Vicesindaco. “Le edicole del Comune di Aprilia - ha precisato Pucci - pagavano nel 2020 una tariffa di circa 28 euro al mq. per l'occupazione del suolo pubblico, che è stata innalzata a 58,80 euro per il 2021 e a 84 euro al mq. per il 2022: un aumento del 300%, fuori da ogni logica”.

La motivazione è evidente ed è stata esposta al Vicesindaco nell’incontro dello scorso agosto: “Le edicole sono un'attività di interesse generale che lavorano ad aggio fisso e non possono permettersi di pagare delle cifre così esorbitanti per il suolo pubblico. Sia il Governo che l'Anci hanno ben compreso questa problematica ma pare che il Comune di Aprilia la pensi diversamente”, ha proseguito Pucci, il quale ha anche fatto un’importante precisazione in replica alle parole di Principi: “Ci tengo a precisare che non abbiamo chiesto di poter vendere souvenir ma di consentire anche alle edicole su suolo pubblico di allargare la tipologia di merci da poter mettere in vendita, così come previsto dalla legge regionale del commercio della Regione Lazio”.

Il Vicepresidente Nazionale dello SNAG, Cesare Magnani, si è detto soddisfatto per la disponibilità del Vicesindaco ad un incontro chiarificatore: “Lo aspettavamo dai primi giorni di settembre ma, nonostante numerosi solleciti da parte nostra, fino ad ora non ci era stato concesso”.

Di fronte ad una crisi strutturale dell’editoria di cui le edicole stanno pagando il prezzo più alto in termini economici, appare inaccettabile la ...
È stata inaugurata venerdì primo luglio la nuova Edicola Il Birillo, situata in via del Mare angolo via del Balipedio a Marina di ...

SNAG - Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai
Codice Fiscale 80108230154
Via San Vito, 24 - 20123 Milano
0286984413
0280298390
@ segreteria@snagnazionale.it

Seguici su: