Ultime notizie

Home / news

Scrittore trentenne riapre il chiosco di via Buonarroti a Milano

03 Luglio 2023

Non ci sono solo edicolanti che si arrendono alla crisi delle vendite di giornali cartacei. C’è anche chi non teme di andare controcorrente; chi crede ancora nel futuro della carta stampata e non teme di cogliere la sfida gettandosi a capofitto nel business della vendita di quotidiani e libri.

Per questo motivo ha fatto notizia la decisione di Lorenzo Scano (nella foto in alto), trentenne scrittore di noir originario di Cagliari, di riportare in vita il piccolo chiosco-edicola di via Buonarroti, a Milano.

“Inizialmente volevo aprire una libreria in società con un amico di mio padre. Poi un giorno passando per questa via ho visto l’edicola chiusa, ho chiamato il mio socio e gli ho proposto di riempirla di libri e giornali” racconta Lorenzo in un’intervista al Corriere della Sera diventata virale sui social al punto da attirare l'attenzione dei media.

Inizia così l’avventura di questo giovane che si è trasferito a Milano un paio di mesi fa e che in un mese e mezzo è riuscito a riportare in vita il chiosco, chiuso dallo scorso settembre, riempiendolo di giornali e di libri.

“Ci ho provato una prima volta a Cagliari, la mia città, con una piccola bottega dedicata ai romanzi noir, ma non è andata bene. Devo dire che l'affetto delle persone del quartiere, che ogni giorno passano a prendere un giornale o un libro, mi ha dato poi ragione. Mi ha stupito vedere quanta gente ancora si dedica e si appassiona alla lettura. C’è persino chi viene e mi regala un libro per il mercatino”, racconta a Milano Today.

In un'intervista a Tgr Lombadia Lorenzo afferma che le vendite vanno bene, c'è interesse da parte dei clienti e anche affetto: una cliente gli ha persino portato il pranzo. Nel frattempo, Lorenzo ha trovato il tempo per lavorare al suo prossimo romanzo, in uscita a gennaio 2024: sarà il romanzo d'addio a Cagliari perché poi pensa di scrivere storie ambientate a Milano, la città più cosmopolita d'Italia e che lo ha molto ispirato. Per uno scrittore che vive di storie, ammette Lorenzo, non potebbe esserci esperienza migliore che vendere libri sulla strada, a diretto contatto con i clienti.

La scelta di Lorenzo è molto simile a quella di Davide, un giovane di 21 anni che a Rubano, in provincia di Padova, ha deciso di rilevare il chiosco ubicato in centro paese impedendone la chiusura. Anche in questo caso la notizia ha avuto ampia eco con diversi articoli sulla stampa locale. Anche Davide ha deciso di ampliare la sua attività trasformando il chiosco in un centro di servizi di riferimento per il suo paese e in un punto di ritrovo sociale per i cittadini.

Sono entrambe belle storie che ci auguriamo possano essere d'ispirazione per altri giovani che intendano cogliere la sfida di un lavoro messo in crisi dal digitale ma che è indispensabile per il pluralsimo dell'informazione.  

Confcommercio Lecco ha organizzato lo scorso 29 aprile un interessante tavolo tecnico-operativo per approfondire le problematiche legate al mondo ...
A Novara il canone di occupazione del suolo pubblico per le edicole subirà una riduzione dell’80 per cento. Lo ha stabilito una delibera ...

SNAG - Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai
Codice Fiscale 80108230154
Via San Vito, 24 - 20123 Milano
0286984413
0280298390
@ segreteria@snagnazionale.it

Seguici su: