Ultime notizie

Home / news

Al via il Salone del Libro di Torino

06 Maggio 2024

Ultimi preparativi per il Salone Internazionale del Libro, che apre i battenti a Torino il 9 maggio e radunerà nella cornice del Lingotto, fino a lunedì 13 maggio, addetti ai lavori e appassionati.

Dal 1988 la più importante fiera dell’editoria italiana torna puntuale tra numerosi appuntamenti, interviste, convegni e presentazioni. Per i lettori, il Salone rappresenta un grande festival internazionale della cultura dove poter incontrare 2.000 ospiti da ogni parte del mondo - tra cui le autrici e gli autori che hanno fatto la storia della letteratura del Novecento e del nostro secolo - per un totale di 1.200 eventi.

Quest’anno la XXXVI edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino è dedicata alla Vita immaginaria, quella che troviamo nei libri e che ci aiuta a fantasticare sulla nostra esistenza e quella altrui, stimolando l’immaginazione e mettendo al centro l’importanza della lettura. Un messaggio che durante questo mese sarà trasmesso anche da altre importanti manifestazioni come Il Maggio dei Libri, un’iniziativa del Centro per il libro e la lettura (Ministero della Cultura) in collaborazione con l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, per suggerire la lettura quale forma di libertà e condivisione libera a cui accedere organizzando iniziative in presenza e in digitale da svolgere tra il 23 aprile – Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore – e il 31 maggio.

Un evento diffuso che porta i libri e gli autori del Salone in tutte le circoscrizioni della città di Torino tra scuole, biblioteche, musei, teatri, ospedali, case popolari, strade, botteghe e parchi. Una grande festa che ha superato i confini cittadini, raggiungendo tutte le province piemontesi.

Una sezione del Salone è inoltre dedicata al mondo della scuola e ai ragazzi, sostenuta dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, con un’offerta continuativa di attività per gli studenti di tutta Italia. Tra queste, il più longevo è Adotta uno scrittore, che da 21 anni porta a scuola e in carcere i più importanti autori contemporanei. Ai docenti sono dedicati i corsi di Educare alla lettura, al Salone e - durante l'anno - on line, per formare i lettori di domani.

In base ai dati comunicati dall’Associazione Italiana Editori (AIE), l’anno scorso l’industria del libro ha registrato una tenuta sostanziale, con vendite nel trade pari a 1,697 miliardi di euro a prezzo di copertina, in crescita dello 0,8% rispetto all’anno precedente e una crescita de 14,1% sul 2019, ossia prima del covid. Le copie sono state invece 111,85 milioni, in flessione dello 0,7% sull’anno precedente ma in progresso del 12,6% rispetto al 2019.

Inoltre l'anno scorso le librerie e i canali fisici in Italia hanno recuperato terreno. Le librerie fisiche si sono confermate il primo canale di vendita per i libri, dove è passato il 54,7% (53,5% nel 2022) di tutto il mercato trade nel 2023, più di un punto percentuale dell’anno precedente ma 10 punti sotto i valori pre-pandemia. L’online si è attestato al 40,7% (41,9% nel 2022), mentre è rimasta stabile la grande distribuzione al 4,6%.

Si è inoltre registrato un aumento per l’ebook e l’audiolibro, anche se nel caso dei libri gli italiani preferiscono la carta. Nel 2023 le vendite di e-book sono cresciute del 2,5%, arrivando a 81 milioni, gli abbonamenti per l’ascolto di audiolibri del 12%, raggiungendo i 28 milioni. Ma gli italiani continuano in massima parte a preferire la carta: ebook e audiolibri pesano su un mercato complessivo (trade di copie a stampa più digitale) di 1,806 miliardi solo il 6%.

Riportiamo il calendario fiscale realizzato dagli esperti di Confcommercio con evidenziati i prossimi appuntamenti con il fisco. Uno strumento utile ...
Il pluralismo dell’informazione è un aspetto fondamentale della nostra democrazia. Come ha dichiarato di recente il Presidente della ...
A distanza di poche settimane sia il Vicepremier Antonio Tajani sia il Presidente della Commissione Cultura della Camera, Federico Mollicone, hanno ...
Primo trimestre in calo per gli investimenti pubblicitari sulla carta stampata. Secondo i dati resi noti da FCP-Federazione Concessionarie ...

SNAG - Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai
Codice Fiscale 80108230154
Via San Vito, 24 - 20123 Milano
0286984413
0280298390
@ segreteria@snagnazionale.it

Seguici su: