AREA ASSOCIATI
ISCRIVITI A SNAG
Home Page

Ultime notizie

Home / news

Non perdiamo il "gusto del futuro"

24 Settembre 2021

di DARIO DE VITOFRANCESCHI -- Messaggio di fiducia e di ottimismo da parte del Premier Mario Draghi intervenuto ieri all’Assemblea di Confindustria. L’Italia – ha ricordato il Premier – ha uno dei tassi di crescita più alti in Europa (il 6% stimato per il 2021), tassi mai visti dagli anni ‘50 (anche se in verità si tratta di un rimbalzo rispetto al 2020, vero annus horribilis per l’economia italiana).

La sfida di Governo, sistema produttivo e parti sociali è quella di fare in modo che questa crescita sia duratura e sostenibile, ha ammonito Draghi, secondo cui i pericoli più imminenti alla ripresa economica sono l’andamento dei contagi e quello dei prezzi, contro cui il Governo interverrà attivamente.

Il PNRR sarà poi fondamentale per dare all’Italia una crescita inclusiva ma i fondi – ha avvertito Draghi – devono essere “spesi bene”.

Il Presidente del Consiglio ha poi ringraziato le imprese e i loro lavoratori per quanto hanno fatto, per la capacità di reagire ma ha chiesto di “fare di più”, di condividere una prospettiva di sviluppo, un patto economico sociale con il quale aprire una pagina di cui l’Italia andrà fiera.

“Un Governo che cerca di non far danni è già molto ma non basta”, ha dichiarato Draghi ribadendo che “il Governo non intende aumentare le tasse: in questo momento i soldi si danno e non si prendono”.

Secondo il Premier il compito del Governo è quello di fare in modo che il “gusto del futuro” continui a restare nelle scelte imprenditoriali. Bisogna poi investire in buone relazioni industriali perché quando l’intero quadro politico internazionale cambia, bisogna essere uniti per non aggiungere incertezza interna a quella esterna.

Potrà sembrare retorico o irrealizzabile, ma far tornare un minimo di “gusto del futuro” anche nelle edicole – con una prospettiva di sviluppo fondata su digitalizzazione, adeguamento tecnologico e ampliamento dei servizi e beni commercializzati ed intercettando forme di sostegno pubblico – è ciò che lo SNAG sta faticosamente cercando di fare, immaginando una nuova “edicola del futuro”, sostenibile, che sia in grado di rimanere sul mercato nonostante la cronica e sistematica riduzione dei volumi di vendita di quotidiani e periodici.

L’inserimento nel tax credit dei costi per l’acquisto e il noleggio di registratori di cassa elettronici e di dispositivi POS è un risultato concreto di questa politica: bisogna crederci e cercare di riacquistare, anche in edicola, un po’ di quel “gusto del futuro” evocato da Draghi.

Non sorprendiamoci troppo se il prossimo anno il prezzo dei giornali dovesse aumentare di qualche decina di centesimi o se andando in una libreria ...
Editori e giornalisti si compattano per chiedere all'esercutivo un rapido intervento a sostegno della filiera dell’Editoria e l’avvio di un tavolo di ...
I dati Istat sui consumi di agosto indicano un’incoraggiante crescita del 5,9% su base annua della spesa per “Cartoleria, libri giornali ...
Serve “una riflessione politica” da parte di tutta la filiera su quanto sta accadendo al mondo dell’informazione e, soprattutto, a un ...

SNAG - Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai
Via San Vito, 24 - 20123 Milano
Tel: 0286984413 - Fax: 0280298390
Email segreteria@snagnazionale.it

Seguici su: